Translate

COPYRIGHT

AUTORE DI TESTI E IMMAGINI:
MARTINA VERZASCONI BARONCHELLI

È SEVERAMENTE VIETATO (231.1 LEGGE FEDERALE SUL DIRITTO D'AUTORE E SUI DIRITTI DI PROTEZIONE AFFINI) LEGGE SUL DIRITTO D'AUTORE (LDA) del 9 ottobre 1992
(Stato 1° gennaio 2011)
QUALSIASI TIPO DI RIPRODUZIONE INTERA O PARZIALE CON QUALSIASI MEZZO, SENZA IL CONSENSO PER ISCRITTO DA PARTE DELL'AUTORE E LA CITAZIONE DELLO STESSO.

19 giugno 2015

3° settimana di Arya Stark, Drogon, Smaug, Viserion e Aegon Targaryen

E come il vento è volata via un'altra settimana dei nostri cuccioli.
Ormai camminano perfettamente, sono molto curiosi e intraprendenti. Complice il bel tempo a 19 giorni hanno fatto la loro prima uscita in giardino.
Devo dire che il primo giorno Afrika era molto nervosa e apprensiva, correva a metterli a posto ogni volta che non erano sotto controllo.
Dal canto loro i cuccioli erano molto incuriositi e nel contempo cercavano sicurezze venendo da me o cercando Afrika e Nyal.
Dopo 15 minuti circa si sono quietati, e ho potuto notare quanto segue:

si possono già notare delle importanti differenze morfologiche.

Arya Stark: è un cane con una marcia in più... è un cane tosto, e se prima potevo nutrire qualche dubbio sulla sua tempra, adesso sono molto sicura sulla sua astuzia ed intelligenza; è un cane che richiede una buona conoscenza della psicologia del cane lupo cecoslovacco.
Interagisce moltissimo con tutti i suoi fratelli, ringhiotta, scondiziola, e quando la chiamo mi viene incontro con la coda alzata come un piccolo pennacchio.
Arya ha una bella testa, femminile ma comunque importante, ereditata dalla mamma, e sembra che abbia ereditato anche gli occhi e il trucco alla cleopatra di sua madre e sua nonna. Ha una bella mascherina. Ad Arya piace scegliere quando come e dove essere toccata.

Drogon, più lo guardo e più mi sembra che ha la testa fatta per "sfondare", sembra un piccolo ariete. Ha un testone importante, è massiccio, il suo corpo è sembra esprimere forza e potenza. È molto curioso ed è il primo che si è azzardato ad andare in giro per il giardino. Sempre molto affettuoso, subisce le risse dai suoi fratelli. È un gigante buono. Ma come diceva Katia Verza, il cane che sembra sempre subire quando è cucciolo, sta solo imparando e si sta allenando per parare i colpi e sapere dove colpire quando sarà più grande. Quando ho dato una carcassa di pollo ad Afrika lui è stato l'unico che è andato da lei a provare la carne. Drogon ama molto il contatto che cerca costantemente.
Drogon quando lo chiamo scodinzola come per dirmi "dai adesso vieni qui tu".

Smaug, come immaginavo, insieme a Viserion, era quello che ha ululato più di tutti, sembrava non avere terra ferma e cercava continuo contatto con i suoi fratelli e con me. Una volta compreso l'ambiente che gli stava intorno si è sdraiato a pancia all'aria a dormire. Anche lui è molto grosso, ha una testa importante. Il manto sempre molto scuro e omogeneo ereditato dai z Peronowki. A Smaug non piace essere manipolato. Bisognerà lavorare molto su questo aspetto, è comunque molto dolce e ama essere coccolato ma non stare in braccio.

Viserion, come ho detto più volte è il più simpatico, sembra un peluches. È il più fotogenico, quando lo chiamo reagisce, mi guarda e viene verso di me, questo mi fa capire che sentono tutti i suoni. Come ipotizzavo ha il manto molto molto chiaro argentato e uno sguardo penetrante.
È molto dolce e compiacente. È un ululatore. Ha il muso molto affilato, ha la testa molto più lunga rispetto ai suoi fratelli, mio marito appassionato di aerei lo descrive come "aerodinamico".
È stato il primo che ha cominciato ad abbaiare. A Viserion piace stare in braccio e gli piace molto stare con mio figlio.

Aegon Targaryen è un soggetto molto molto tranquillo. Ma non è assolutamente da sottovalutare, anzi...
È stato l'unico che quando l'ho portato fuori si è messo a dormire pacificamente non curandosi assolutamente di quello che lo circondava e del casino che facevano i suoi fratelli. Aegon è un cane leggero ed agile, ha dei colori molto ben definiti rispetto agli altri, sul rossiccio. Quando mi guarda ha lo sguardo molto intelligente, mi mette quasi in soggezione, e per un cucciolo di 3 settimane beh... fa un certo effetto. Di primo acchito sembra i più piccolo e indifeso, ma osservandoli bene, è quello che se vien disturbato allontana il disturbo, è quello che quando vuole si fa rispettare (e capita spesso), è un cane snob, se non lo cerco lui non cerca me. Anche di fronte al cibo non perde la testa e mangia in modo composto ed educato. Queste caratteristiche mi ricordano un soggetto alfa. Mi cerca quando lo desidera lui, quindi non molto spesso. Io rispetto questa sua particolarità, ma il padrone di Aegon dovrà impegnarsi molto per instaurare un legame profondo. Aegon si lascia manipolare bene, ma ha sempre quell'aria di sufficienza. D'altra parte porta il nome di un re conquistatore.

Queste sono le mie impressioni caratteriali, ma attenzione: oggi come oggi il cane è comunque un soggetto multitasking e ricopre più ruoli nella nostra società e famiglia.
Il suo ruolo e la gerarchia naturale rimarrà comunque dentro di lui e non si potrà sopprimere, prima o poi queste caratteristiche usciranno, magari quando noi meno ce lo aspettiamo. Per questo trovo che è molto importante conoscere le caratteristiche dei cuccioli, perché poi con il tempo queste diventano difficili da riconoscere, si mescolano con gli insegnamenti che gli diamo noi, con l'educazione.
Werner Freund si arrabbiò quando gli chiesi come faceva a riconoscere i ruoli che avrebbero ricoperto i suoi lupi, e dopo che mi diede una bella lavata di capo mi rispose: "io vivo con loro".
Oggi credo di aver capito più che mai le sue parole.

Hanno tutti gli occhietti azzurri come il cielo limpido d'estate. La patina che proteggeva gli occhietti si è dissolta completamente. Hanno cominciato le prime lotte, a giocare, i primi accenni di monte tra loro.
A 18 giorni hanno messo i primi decidui e reagiscono bene ai rumori e a 20 ho cominciato a svezzarli. Adesso camminano perfettamente.
Afrika resta sempre con loro, anche se comincia a ritagliarsi i suoi spazi. È sempre molto attenta ma molte cose le delega a Nyal. Mi piace molto osservare quando parla con loro. Sta cominciando a perdere il pelo, presto rimarrà "nuda" per poi mettere i pelo nuovo.
Nyal e Afrika sono diventati dei guardiani provetti.

La loro seconda uscita in giardino ha solamente sottolineato le osservazioni riportate sopra, l'unico cambiamento è che Afrika era meno apprensiva e si limitava ad osservarli ma con più calma.
Quando entravo in casa mi seguiva per verificare se poteva rubarmi qualcosa. Questo mi fa pensare che si fida e sa che ai suoi piccolini non gli può capitare nulla.

Come immaginavo ci sono state alcune persone che mi hanno nuovamente messo all'erta sulla possibile reazione di Afrika quando Gabriel avrebbe toccato i suoi cuccioli o avrebbe giocato con loro in giardino.
Mi dispiace smentire nuovamente queste teorie, ma non si è verificato nulla di tutto ciò. Gabriel è affascinato dai cuccioli, li accarezza, ma nel contempo li rispetta moltissimo, sa che sono delicati e sa che deve toccarli in modo delicato e non ha assolutamente il permesso di prenderli in braccio. Afrika gli permette di stare con loro di toccarli di sedersi in mezzo a loro senza preoccuparsi. Quando esagera sa che io intervengo e sa che non esito a riprenderlo quando sbaglia o non si comporta in modo corretto.
Gabriel fa parte della famiglia e anche lui in qualche modo contribuirà nella loro crescita in queste settimane.
Nyal come ho già detto è la tata che tutti vorrebbero avere per i propri figli. Corre quando piangono, il primo lavoro che fa il mattino quando si alza è andare a vedere i piccolini, si sdraia con loro, li pulisce, li accudisce, è attento nei loro confronti, ma soprattutto ha una pazienza incredibile, si presta ai loro primi giochi e cerca di assecondarli.

 A voi qualche scatto recente








































Nessun commento:

Posta un commento