Translate

COPYRIGHT

AUTORE DI TESTI E IMMAGINI:
MARTINA VERZASCONI BARONCHELLI

È SEVERAMENTE VIETATO (231.1 LEGGE FEDERALE SUL DIRITTO D'AUTORE E SUI DIRITTI DI PROTEZIONE AFFINI) LEGGE SUL DIRITTO D'AUTORE (LDA) del 9 ottobre 1992
(Stato 1° gennaio 2011)
QUALSIASI TIPO DI RIPRODUZIONE INTERA O PARZIALE CON QUALSIASI MEZZO, SENZA IL CONSENSO PER ISCRITTO DA PARTE DELL'AUTORE E LA CITAZIONE DELLO STESSO.

15 agosto 2015

11° settimana Arya Stark, Drogon, Smaug e Aegon Targaryen

Come mi suona strano scrivere il solito resoconto senza includere Viserion. In questi giorni ed oggi ho ricevuto un paio di e-mail molto belle da Reto, nel quale mi scrive tutto il resoconto di questi giorni con il suo Viserion. Attraverso le parole e i racconti di Reto ho percepito tanta felicità e amore, così il vuoto che il mio piccolo Drago mi ha lasciato si è colmato.
Viserion si comporta molto bene, grazie a Reto che sta facendo davvero un ottimo lavoro con lui. Viserion sta imparando a sporcare solamente fuori, e fa già tutta la notte tranquilla senza svegliarsi per uscire.
Gioca molto con la sua compagna Duchessa, che lo ha colto sotto la sua "ala" protettrice. È molto vorace, ma questo per chi ha un clc sa che rientra nella norma.
Reto lo ha già portato da amici con altri cani, dove Viserion ha dato prova del suo equilibrio e tutti erano piacevolmente sorpresi e felici di averlo in giro. Ha nuotato con Reto nel fiume e si è spinto con lui fin nell'acqua alta, senza che gli venisse detto o forzato alcunchè. Questo sabato andrà a fare la sua prima lezione al corso cuccioli.
Reto è un amante della natura e quindi il tempo che ha lo dedica attivamente ai suoi cani per cui di tempo per navigare in internet ce n'è veramente poco, ma lo stesso si è ritagliato del tempo per scrivermi e tenermi aggiornata su Viserion, di questo glie ne sono immensamente grata.
Questa settimana abbiamo avuto diverse visite importanti.

Con le 4 lattine rimaste continuiamo il nostro lavoro, e questo sabato anche loro hanno partecipato al corso cuccioli presso la cinofila "da Pepe" di Cesare Moscatelli, che ringrazio di cuore per avermi accolta con tutta la truppa. Cesare ha trovato i cuccioli ben socializzati ed equilibrati. I cuccioli hanno potuto relazionarsi per la prima volta con tanti cani, di diverse razze, con i loro proprietari in un ambiente totalmente nuovo.

Questa settimana sono stati a farci visita Maurizio ed Angela con le loro nipoti, ho colto la palla al balzo per fare qualche foto, purtroppo quando esco con loro sono sempre presa tra i guinzagli e le foto passano in secondo piano.
Anche a loro va un grazie molto particolare e sincero, per aver trascorso un pomeriggio con noi e averci permesso di continuare il lavoro di socializzazione.
Maurizio ed Angela, come le loro nipoti, oltre ad essere due fotografi professionisti amano gli animali oltre misura quindi il pomeriggio insieme è trascorso troppo veloce.

In questi giorni è arrivato anche il nostro veterinario a trovarci, Paul con sua figlia Chiara. Paul è IL VETERINARIO, perchè oltre ad essere una persona molto empatica e paziente (e vi assicuro che per ascoltarmi bisogna essere mooolto pazienti), adora talmente tanto il suo lavoro da fare le visite di cortesia e sorbirsi un pomeriggio di cuccioli e cani, come se al lavoro non ne vedesse abbastanza.
Anche se l'obiettivo era quello di trascorrere un pomeriggio passeggiando, li ha comunque visitati e li ha trovati bene! Smaug non ha ancora messo il pelo da adulto. Il veterinario ha potuto constatare che pur essendo il più grosso e alto, rispetto ai suoi fratelli è un poco indietro con lo sviluppo, per cui mi ha detto di aspettarmi che diventerà un gigante.

Durante la passeggiata i cuccioli si sono lanciati nel fiume Ticino, contrariamente alle mie previsioni... loro della parola "pericolo" ci si poliscono i canini. Per fortuna grazie alla prontezza di Paul siamo riusciti a recuperarli. L'unico che è riuscito a cavarsela da solo senza aiuti è stato Aegon Targaryen, non avevo dubbi dal momento che si da piccolo si è dimostrato uno stratega provetto.
abbiamo visto i cavalli e i cuccioli li hanno guardati incuriositi. Buona la reazione alle bici, ai jogger agli estrani. Ho potuto constatare che Drogon avanza sempre sicuro, con il petto in fuori, poi arrivano gli altri a dare man forte: Arya a fare la ruffiana, poi Smaug tutto a ciondoloni e Aegon con quell'espressione intelligente come per dire: "e vabbè dai... se proprio insisti conosciamoci" che davvero a volte incute soggezione.

L'incontro con dei cani adulti è stato un successo per i maschietti, Arya invece ha alzato la cresta e ha abbaiato verso il cane estraneo. Questo suo atteggiamento denota insicurezza che poi scompare una volta che ha fatto conoscenza dell'altro. Drogon invece è curioso e sicuro e devo dire molto equilibrato. Smaug è Smaug, con la sua andatura da orso le orcchie a cuffietta e il sorriso stampato sul muso sembra dire: "son grande e grosso ma sono amichevole e non cerco scontri" e Aegon invece è accondiscendente.
La loro comunicazione è molto chiara e precisa, le loro posture e i loro movimenti del corpo parlano continuamente ed è un continuo scambio di informazioni tra loro e con gli altri. Questo lo ha notato anche Reto con il suo Viserion. Sono certa che anche Duchessa cambierà con il tempo, perché il linguaggio del cane lupo cecoslovacco è contagioso, l'ho potuto constatare e vedere in prima persona su Sira, la meticcia che abbiamo adottato dal canile.
Sira è arrivata da noi che aveva tre mesi appena, era una randagia trovata che vagava per la strada. Sira ha imparato velocemente le regole all'interno del branco, le gerarchie per le quali nutre un profondo rispetto, e a comunicare e giocare esattamente come un clc. Oggi Sira è una cagnolina equilibrata e viene gestita sempre senza guinzaglio, è riflessiva e molto intelligente e non ha alcun problema a relazionarsi con qualsiasi tipo di cane e razza.

Ma parliamo di loro.

Arya Stark, una vera lupa, furba e intelligente, in molte circostanze mi ricorda molto sua madre. Ha lo sguardo profondo e gli occhi gialli penetranti come quelli di sua mamma.
Arya risponde perfettamente al richiamo, abbiamo ogni tanto qualche discussione che si risolve sempre a mio favore. Arya sa perfettamente quando fa qualcosa che non gradisco. Arya ha il mantello molto scuro. È un soggetto vorace, molto attenta su tutto ciò che accade intorno a lei. Sa non farsi cogliere in flagrante da sua madre e da Nyal, ma quando viene castigata, non ci vanno leggeri. Arya in situazioni che non conosce è un po' insicura. È molto legata a noi.

Drogon, dopo Viserion è il più affettuoso e coccoloso. Drogon rimane tranquillo, è un soggetto fiero, consapevole, equilibrato. È molto vorace, ama il contatto con la gente. È molto, anzi fin troppo, amichevole con le persone e gli estranei. Drogon non fa particolari disastri, ha un mantello scuro, è ubbidiente e fedele. Quando mi guarda ho come l'impressione che butti all'infuori il suo petto. Lo vedo calmo e felice, e la cosa mi rallegra molto. Drogon è uno scavatore... la mia aiuola in giardino può confermarlo.

Smaug è in tontolone della cucciolata, viene castigato spesso per la sua negligenza e la sua leggerezza. Smaug è consapevole della sua potenza ma è tranquillo, cerca di ingraziarsi tutti, non si sa mai che un giorno queste amicizie possano tornare utili. Smaug è molto sensibile, ama molto il contatto con noi. dell'aspetto morfologico posso dire che il muso si è allungato, ma del mantello posso dire ben poco dal momento che ha ancora la lana da cucciolo. È un soggetto vorace, non mostra segni evidenti di possessività verso la ciotola, ma quando viene disturbato ringhiotta.

Aegon Targaryen ha aggiunto a quell'aria da "secchione" anche le rughette sulla fronte, così che risulta ancora più riflessivo e da una grande espressività al suo sguardo. Aegon, guardando alcune foto del nonno, mi ricorda molto Namaslù, il folletto del vento.
Aegon per ora è ubbidiente ed è intelligentissimo, è socievole con le persone. Dico che per ora è ubbidiente, perché Aegon essendo un cane molto saggio quando avrà acquisito consapevolezza e sapere, a mio avviso sarà meno incline ad eseguire gli ordini a vuoto. Antonella dovrà dimostrare di essere più saggia di lui e di avere più conoscenze di lui. Sono certa che grazie alla sua esperienza sarà perfettamente in grado di vivere Aegon come un compagno e saprà essere per lui la compagna giusta.
Aegon ha dato ancora una volta prova questa settimana di essere un cane intelligente, guadando i suoi fratelli con sufficienza quando cercavano il guado per risalire il fiume Ticino. Aegon non si è mai allontanato da me. Il mantello sulla schiena si sta scurendo. È vorace.

Tutti i cuccioli sono molto legati all'ambiente famigliare, ci cercano costantemente e vogliono stare con noi. Quando sono liberi insieme l'unione fa la forza e sono più indipendenti. Presi singolarmente invece sono molto diversi tra loro. Tutti sono socievoli e tutti si mostrano curiosi verso le novità e il mondo che li circonda. In tutti sono molto buone le manipolazioni.
Quando il mattino scendo dai cuccioli ho notato come sono "su di giri" e vogliono venirmi a salutare a tutti i costi, a volte anche con irruenza. Nyal e Afrika questo non lo permettono, non gli permettono di avvicinarsi a me per salutarmi, se prima non si sono calmati. Qualora assumano un comportamento troppo irruente vengono ripresi e rimessi al loro posto.
Apprezzo moltissimo questo prezioso aiuto che mi danno, altrimenti avrei molti più segni sulle gambe e sulle braccia.

La lezione al corso cuccioli è stata un successo, ed è stata strutturata come segue: un'attimo di socializzazione al guinzaglio, dove ognuno si occupa del proprio cane e si premia la tranquillità, poi il richiamo. Il gioco con tutti i cani, poi un piccolo percorso per solidificare il legame, poi nuovamente il gioco e il richiamo prima di tornare a casa. Eravamo in 10 cuccioli (compresi i miei 4) di età tra i 2 mesi a quelli un po' più grandini.
Era la prima volta che facevo il richiamo con così tanti stimoli, cani e distrazioni.
Arya Stark è tornata immediatamente, alla velocità della luce senza guardarsi in giro e senza esitazioni.
Drogon anche lui è tornato subito senza guardare cosa lo circondava.
Smaug, invece lui e la sua calma, si è fermato a salutare Drogon, poi a raccogliere un pezzetto di fegato caduto, poi naturalmente ci voleva la pausa pipì e poi è tornato da me.
Aegon anche lui è tornato senza esitazioni, ma si è fermato a salutare un cane da caccia prima di venire gioioso da me.

Cosa ho notato? Beh tutti hanno il loro carattere e tutti sono molto diversi l'uno dall'altro. Tutti comunicano in modo chiaro, non temono gli estranei.
Come ho già anticipato poc'anzi, Arya è a volte un po' insicura nei confronti degli altri cani, la sua insicurezza viene mascherata dalla cresta e dalla coda alta. Siamo noi i suoi punti di riferimento ed ha un legame molto forte. Prima di sciogliersi deve valutare la situazione, Arya non si prende rischi e le sue scelte sono ben ponderate. Arya è gentile con gli altri cani si avvicina rispettosa. Ha fatto il percorso molto bene.
Drogon, equilibrato, gioioso, curioso ma non invadente, non ama molto attendere ma diciamo che se ne fa una ragione. Drogon ha fatto il percorso ma non sarà mai un'amante del'agility.
Smaug è molto equilibrato, aspetta, non teme nulla e si relaziona molto ma molto bene con tutti, ha una comunicazione chiara. Sempre molto pacificatrice. Smaug fa tutto quello che gli si chiede, basta poter stare con qualcuno che gli dia attenzione.
Aegon è molto curioso e attento osservatore, gioca ed interagisce molto bene, ha fatto il suo percorso molto molto bene, è un po' impaziente.

Il mio stato d'animo è fondamentale per una buona riuscita del corso. Pochi giorni ancora e le ultime due lattine partiranno per il loro viaggio nel mondo.
Non so se smetteranno mai di mancarmi, credo che una parte di loro mi mancherà per sempre, perchè davvero ci ho messo tutto il mio cuore, la passione e la voglia di imparare da loro, e poi... perchè in fondo ogni lattina di chinotto è diversa dall'altra.

A voi qualche scatto


























Nessun commento:

Posta un commento