Translate

COPYRIGHT

AUTORE DI TESTI E IMMAGINI:
MARTINA VERZASCONI BARONCHELLI

È SEVERAMENTE VIETATO (231.1 LEGGE FEDERALE SUL DIRITTO D'AUTORE E SUI DIRITTI DI PROTEZIONE AFFINI) LEGGE SUL DIRITTO D'AUTORE (LDA) del 9 ottobre 1992
(Stato 1° gennaio 2011)
QUALSIASI TIPO DI RIPRODUZIONE INTERA O PARZIALE CON QUALSIASI MEZZO, SENZA IL CONSENSO PER ISCRITTO DA PARTE DELL'AUTORE E LA CITAZIONE DELLO STESSO.

12 agosto 2018

Ci vuole coraggio

Quando ho postato l'ultimo articolo avevo ancora in sospeso il mio ultimo post riguardo le nostre vacanze lo scorso luglio 2017.
Dal momento che il tempo a mia disposizione per aggiornare il mio blog è sempre poco e visto che purtroppo i ricordi delle ferie sfumano in fretta, ho deciso di scrivere subito questo post inerente le nostre vacanze.

Lo scorso anno ci eravamo recati in Liguria e Toscana. Quest'anno Gabriel ha voluto tornarci.
Ci eravamo trovati bene, muoversi con due bambini piccoli e 4 cani lupi cecoslovacchi è sempre un ardua impresa. Naturalmente il fatto che potessimo stare in compagnia di Fabio con Drogon,  Gloria, Jacopo e Mercurio era anche uno dei motivi per i quali abbiamo deciso di tornare in quel di Canepari.

Quest'anno Arya Stark è stata saggia e ci ha risparmiato le complicazioni avute lo scorso anno con il calore. Abbiamo deciso quindi di accontentare Gabriel e portarlo almeno un giorno al mare. Premetto che personalmente prediligo la montagna al mare. Ma ogni tanto mi piace anche vedere il mare. Prima di partire abbiamo verificato la disponibilità di bagni in cui potevamo portare con noi anche i nostri cani lupi cecoslovacchi.
Effettivamente sia in Liguria e che in Toscana ci sono moltissimi bagni che accettano gli animali anche di taglia grande come i nostri.
Avevamo stabilito che ci saremmo andati durante la settimana, quando le spiaggie non sono molto affollate, poco importava se avessimo dovuto affittare due postazioni, in fondo eravamo in vacanza. Abbiamo individuato come possibile soluzione il bagno Mare Chiaro di Viareggio, dove le buone recensioni e il loro regolamento ci avevano portato a optare per la loro struttura.
Alle 11.30 di giovedì ci siamo recati in quel di Viareggio. Il posteggio del bagno Mare Chiaro era vuoto e dando uno sguardo alle postazioni degli ombrelloni, anche la spiaggia era praticamente vuota.
Prima di scaricare e far scendere bambini e cani, Davide è andato a chiedere se c'era posto e potevamo entrare. Non appena Davide ha chiesto ci accettavano con 4 cani e due bambini, l'inserviente ha scosso la testa... "siete in troppi..." mandandoci via.
Essendo relativamente tardi abbiamo deciso che per quella giornata saremmo andati in una spiaggia libera proprio li vicino. Devo essere onesta che, pur essendo priva di attrezzature varie, la spiaggia era pulitissima e mio figlio ha potuto trascorrere qualche ora al mare.
La risposta di Mare Chiaro mi era però andata di traverso. Premetto che la mia libertà finisce dove comincia quella degli altri e ognuno nel proprio lido è libero di far entrare chi desidera. La cosa che non mi è andata a genio è che non ci si professa "dog friendly" o ci si spaccia per un bagno adatto alle famiglie con bambini e animali quando in realtà non è così. La mancanza di professionalità e la maleducazione dei gestori del bagno mi hanno protato a sconsigliare ad amici e conoscenti il bagno Mare Chiaro. Dal momento che nel regolamento del bagno non vi era scritto nulla riguardo al numero di persone o alla tipologia di cane che venivano accettate, ho ritenuto opportuno lasciare anche una recensione negativa. Sono fermamente convinta che se ci si ritiene "dog friendly" o si decide per un regolamento con dei limiti chiari oppure ci si assume la responsabilità di accettare tutti a prescindere dalla razza, stazza e numero.
Ho provato a mettermi anche nei panni dei proprietari del bagno, ma non sono comunque riuscita a darmi una spiegazione valida a tanta maleducazione.
Ho pensato che magari la risposta è stata negativa in quanto hanno ritenuto che 4 cani avrebbero dato fastidio. Ma come potevano saperlo visto che avevano visto solo mio marito?
Non conosco la tipologia delle persone sono frequentano il loro bagno, ma non credo che la gente  vada di andare in ferie portando con sè dei cani maleducati. Non penso che i proprietari smaniano di vivere una vacanza da incubo dove invece di riposare, trascorrono la giornata richiamando il proprio cane. Se il cane ha dei problemi solitamente non viene portato in mezzo alla folla con il rischio di creare inutile stress a entrambe le parti. Alla fine mi è pure sorto il dubbio che presso il bagno Mare Chiaro i bambini non sono ben visti. Ma nel regolamento non era specificato nulla a riguardo.
In definitiva, dopo una mia recensione negativa nella loro pagina facebook, i proprietari si sono resi conto dello sbaglio invitandoci a tornare più tardi.
Ormai avevamo già provveduto altrimenti andando in una spiaggia libera li accanto. Abbiamo avuto modo di trascorrere qualche ora piacevole al mare.
L'Italia è divenuta molto sensibile sul tema "dog friendly", dopo l'accaduto al bagno Mare Chiaro sono stata contattata così contattata da diversi giornalisti i quali hanno voluto conoscere come si erano svolti i fatti. La brutta avventura a Viareggio non ci ha però rovinato la vacanza.
Nei giorni successivi abbiamo visitato le città di Lucca, Pisa, Colonnata, Carrara, Pietrasanta, siamo stati in un parco avventura nei boschi toscani e abbiamo deciso anche di ritornare al mare. Dal momento che Gabriel voleva trascorrere una giornata intera abbiamo optato per cercare nuovamente un bagno attrezzato. Dopo aver consultato due bagni ci ha contattata la proprietaria del bagno Lido Verde di Camaiore, la quale dopo essersi sincerata sull'educazione dei cani ci ha accettati al gran completo. Evidentemente per la proprietaria non eravamo troppi. Abbiamo così trascorso un'altra giornata al mare senza intoppi.
Ci vuole coraggio, ma non ad accettare animali, bambini o famiglie numerose, ci vuole coraggio a non giudicare prima di sincerarsi chi abbiamo di fronte realmente.

La nostra vacanza è stata contornata da momenti unici e bellissimi. Complici di queste meravigliose giornate sono stati Fabio con il suo meraviglioso Drogon e i neosposi Gloria e Jacopo con Mercurio.
A tal proposito è doveroso spendere qualche parola. Drogon non è cambiato di una virgola, è sempre il gigante buono e bellissimo che avete conosciuto attraverso i miei post. Drogon, oltre ad essere sanissimo (HD: A/A; ED: 0/0; DM: N/n; DW: N/n) e bellissimo, è un cane dall'equilibrio invidiabile.
Fabio, oltre ad aver stabilito con Drogon un' empatia e un legame basati sulla fiducia e il rispetto reciproci, ha lavorato e lavora tutt'ora moltissimo con il suo Drago. E i risultati si vedono! Drogon va d'accordo con tutti i suoi simili, maschi e femmine. Adora i bambini, si relaziona bene con persone e non. Ricordo che Fabio e la sua famiglia in estate ricevono molti ospiti con e senza cani nel loro B&B. Le lattine di chinotto sono sempre state le mie lattine speciali, sin da quando sono uscite dalla pancia di Afrika. Ogni qualvolta che le rivedo, vedendo che da lattine si sono trasformate in meravigliose anime belle e buone, mi emoziono sempre.
Drogon passeggia libero per le strade, in montagna, in luoghi affollati, in luoghi dove non c'è anima viva, basta un cenno da parte di Fabio e Drogon esegue senza esitazione.
I miei complimenti a Fabio e Drogon per questo livello di complicità e comunicazione che hanno raggiunto.
Ci hanno reso una vacanza speciale anche la compagnia di Gloria e Jacopo con il loro Mercurio.
abbiamo conosciuto il branco GJM la scorsa estate. Mercurio è un cucciolone di clc di due anni e mezzo. Mercurio è dolcissimo (come solo un clc può essere). Mercurio viene dal noto allevamento Passo del Lupo e in lui si può facilmente notare le carattristiche dei cani provenienti da questo allevamento.

A parte i terreni sconfinati che le persone possiedono, ho potuto constatare come tutti i cani sono sempre liberi. Facendo riferimento a quest'ultimo fatto, parlando con Gloria e Jacopo mi è sorta una domanda spontanea. Come gestisce Gloria il suo Mercurio quando incontra dei cani liberi? Premetto che Mercurio è molto bravo, ma spesso i cani liberi senza controllo o sono dei cani equilibrati oppure sono causa di risse.
Dalla mia personale esperienza ogni volta che passeggio con i miei cani sulle rive del fiume Ticino e incontro un cane libero con il proprietario 50 metri più indietro che parla al cellulare o aggiorna lo status in facebook, mi scende il sudore freddo. In un paio di circostanze ho riportato qualche obliterazione al polpaccio per evitare risse indesiderate. Purtroppo i cani liberi che incontro su suolo Ticinese sono attaccabrighe, disobbedienti e noncuranti della comunicazione canina. Eppure a differenza dell'Italia il Ticino è un posto dove i cani sono obbligati a sostenere così tanti corsi ed esami che potrebbero  e la maggioranza ha conseguito pure qualche Master.
Mercurio a parte, i cani che ho incontrato io a Canepari sono cani che non sanno nemmeno cosa sia un guinzaglio, eppure pochi si allontanano da casa loro.
Gloria mi ha risposto semplicemente che quando passeggia con Mercurio e incontra qualche cane libero, cambia semplicemente strada. Perchè contrariamente a quello che capita qui, non c'è rischio che questi la rincorrano.
Sono arrivata sempre alla stessa conclusione conclusione che la mentalità della gente che cambia. Anche in questo caso ci vuole coraggio aprirsi a modi di pensare e vedere diversi dal nostro.


Vi lascio a qualche fotografia della nostra meravigliosa vacanza